Panoramica delle modifiche alle normative dell'Unione Europea (UE) sull’esenzione IVA

INFORMAZIONI DETTAGLIATE SULLE CONSEGUENZE DI TALI MODIFICHE PER I MITTENTI E I DESTINATARI

SEI UN DESTINATARIO NELL'UNIONE EUROPEA E ASPETTI UNA SPEDIZIONE DA PAESI EXTRA UE?

PANORAMICA DELLE MODIFICHE ALLE NORMATIVE DELL'UNIONE EUROPEA (UE) SULL’ESENZIONE IVA

Le normative relative all'Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) nell'Unione Europea (UE*) sono state modificate e sono in vigore a partire dal 1° luglio 2021:

  • Precedentemente, le merci importate nell'UE con valore inferiore a 22 € erano esenti IVA.
  • A partire dal 1° luglio, invece, tutte le importazioni di prodotti, di qualsiasi valore, provenienti da Paesi extra UE, sono soggette al pagamento dell’IVA e devono essere dichiarate singolarmente, anche se con valore inferiore a 22 €.

Ma non hai nulla di cui preoccuparti. DHL ti assisterà in ogni fase della spedizione:

  • Ti supporta per tutte le procedure necessarie per sdoganare la tua spedizione
  • E ti fornisce soluzioni semplici per il pagamento dell'IVA

Questo è il modo in cui operiamo:

A) Per il pagamento dell'IVA, dazi ed eventuali altri costi per lo sdoganamento:

  • Se disponi di un conto oneri DHL, il pagamento avverrà in base ai metodi di pagamento stipulati nell’accordo con DHL.
  • Se non disponi di un conto oneri DHL, ti invieremo un link per effettuare il pagamento online. Ti consigliamo di eseguire questa operazione il prima possibile per garantire una consegna regolare della spedizione. Puoi pagare prima della consegna, attraverso il portale DHL, con PayPal e carta di credito o eventualmente con bonifico (solo per possessori di Partita IVA). Appena parte la spedizione, DHL ti invia un messaggio – email / sms – indicando l’importo degli oneri ed il link sicuro per effettuare il pagamento e comunicare Codice Fiscale e/o Partita IVA. In alternativa puoi pagare l’importo dovuto (IVA e costi di sdoganamento) direttamente al corriere DHL in fase di consegna.

B) Se l’IVA, dazi ed eventuali altri costi per lo sdoganamento della tua spedizione sono stati già pagati (ad es. se l’IVA è stata inclusa nel costo del prodotto):

  • Non è richiesto alcun ulteriore pagamento in fase di consegna.

IMPORTANTE:

Se ti è stato richiesto il pagamento dell’IVA o altri costi per lo sdoganamento della tua spedizione, ma ti aspettavi di non dover pagare nulla alla consegna, contatta il mittente per chiarimenti.


Alcuni esempi:

  • Il mittente non ha incluso l’IVA nel prezzo di vendita.
  • Il mittente non ha fornito le informazioni corrette a DHL, come ad esempio il valore congruo della merce.




* Paesi dell'Unione Europea (UE): Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia.

SEI UN MITTENTE EXTRA UE E SPEDISCI NELL'UNIONE EUROPEA?

PANORAMICA DELLE MODIFICHE ALLE NORMATIVE DELL'UNIONE EUROPEA SULL’ESENZIONE IVA

Le normative relative all'Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) nell'Unione Europea (UE*) sono state modificate e sono in vigore a partire dal 1° luglio 2021:

  • Precedentemente, le merci importate nell'UE con valore inferiore a 22 € erano esenti IVA.
  • Dal 1° luglio:
    • Tutte le spedizioni di merci di qualsiasi valore, inviate da Paesi extra UE, sono soggette al pagamento dell’IVA.
    • Tutte le merci importate nell'UE dovranno essere dichiarate singolarmente.
    • Verrà introdotto un nuovo sistema di riscossione dell'IVA (facoltativo) per i venditori e le piattaforme online, noto come Import One-Stop Shop (IOSS), applicabile solo per le transazioni B2C di merci con un valore inferiore a 150 €.

COSA SIGNIFICA QUESTO PER TE?

1) Dichiarazione doganale

  • Al fine di velocizzare lo sdoganamento a destino, è FONDAMENTALE fornire dati completi e accurati sulle fatture commerciali e proforma, come la descrizione della merce, il valore congruo, il codice merceologico (HS) e altre informazioni. Non sono consentite descrizioni generiche, ad esempio "campioni" o "parti di ricambio".
  • Fai clic qui per una panoramica delle informazioni essenziali per consentire uno sdoganamento snello e veloce all’arrivo

2) Pagamento dell'IVA

  • A partire dal 1° luglio 2021, è possibile scegliere tra le seguenti opzioni per il pagamento dell'IVA delle merci importate nell'UE:

(A) Senza IOSS (per B2C o B2B | qualsiasi valore della merce)

(B) Con IOSS (solo per B2C | solo per merci con valore intrinseco fino a 150 €)

Se si decide di NON utilizzare l'Import One-Stop Shop (IOSS), il nuovo sistema di riscossione dell'IVA (facoltativo), si hanno a disposizione le seguenti opzioni:

DHL paga l'IVA alle Autorità Doganali al momento dell'importazione (in seguito DHL addebiterà l'importo al soggetto pagante in base alle indicazioni ricevute)
o
L'importatore paga l'IVA direttamente alle Autorità Doganali al momento dell'importazione (tramite il proprio conto doganale di pagamento differito)

Per i venditori online che scelgono di utilizzare l'Import One-Stop Shop (IOSS), il nuovo sistema di riscossione dell'IVA (facoltativo), si applica quanto segue:

Il venditore online addebita all’e-shopper durante la chiusura del carrello l’importo dell’IVA (e versa mensilmente l’IVA raccolta all'Autorità fiscale di competenza nell'UE)

NOTA:

  • Ad oggi, se si sceglie di pagare l'intero importo dei costi per lo sdoganamento al momento della prenotazione di una spedizione (per conto dei clienti/destinatari della merce), l'IVA sarà pagata da DHL e quindi addebitata al soggetto pagante indicato (unitamente ad eventuali altri costi per lo sdoganamento).
  • Questo garantisce che nessun addebito venga applicato ai clienti/destinatari delle merci.
  • Questo servizio di fatturazione si chiama DHL Duties & Taxes Paid (DTP). Per ulteriori informazioni, contatta il tuo consulente DHL di riferimento.

NOTA:

  • IOSS elimina la necessità di effettuare la registrazione per il pagamento dell'IVA in ogni Paese dell'UE in cui si vende (solo per merci B2C con valore fino a 150 €) e viene utilizzato un unico numero di identificazione IOSS applicabile in tutti i 27 Paesi dell'UE.
  • I venditori con sede al di fuori dell'UE devono nominare un intermediario (ad esempio, un rappresentante fiscale) che adempia ai necessari obblighi IVA per loro conto.
  • La registrazione IOSS viene effettuata dal venditore online delle merci. In caso di vendita delle merci tramite un marketplace online, questo dovrà essere registrato su IOSS e soddisfare gli obblighi IVA (in tal caso dovrà essere fornito il numero IOSS del marketplace).
  • Fai clic qui per ulteriori informazioni su IOSS

IMPORTANTE:

  • Se si sceglie di utilizzare IOSS, è necessario fornire elettronicamente il numero di identificazione IOSS a DHL con i dati della fattura, in modo che DHL possa utilizzarlo nel processo di sdoganamento, diversamente l'IVA verrà applicata al momento dell'importazione delle merci.

* Paesi dell'Unione Europea (UE): Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia.

Domande frequenti (FAQ) sull'eliminazione dell’esenzione IVA nell’UE

Perché a partire dal 1° luglio 2021 viene eliminato il De Minimis dell'IVA per le importazioni nell'Unione Europea?

Con l'eliminazione del De Minimis sull'IVA, l'UE vuole uniformare le condizioni del mercato, evitare la concorrenza sleale ed effetti distorsivi per le aziende dell'UE rispetto alle imprese non comunitarie. Fino al 1° luglio 2021, le merci acquistate da Paesi Extra UE e importate nell'UE sono esenti dal pagamento dell’IVA, se con valore inferiore a 22 €. Invece, se le merci sono acquistate da Paesi all'interno dell'UE, l'IVA è sempre applicata, indipendentemente dal valore. L’Unione Europea ritiene che l’esenzione dell’IVA per importazioni genera una posizione di svantaggio per i business UE rispetto alle imprese non comunitarie.

Nota: la soglia del De Minimis attualmente in vigore per i dazi doganali non cambierà, rimanendo pari a 150 €.

In che modo i mittenti possono evitare che l'IVA e altri oneri doganali vengano addebitati ai destinatari della merce?

Ad oggi, se il mittente, in fase di preparazione della spedizione, sceglie di pagare l'intero importo dei costi per lo sdoganamento per conto del destinatario, l'IVA sarà pagata da DHL e successivamente addebitata al mittente (unitamente ad eventuali altri costi per lo sdoganamento). Ciò consente al mittente di poter vendere le merci a un destinatario a un prezzo all-inclusive, evitando ulteriori addebiti a carico del destinatario. Questo servizio di fatturazione si chiama DHL Duties & Taxes Paid (DTP). Per ulteriori informazioni, contatta il tuo consulente DHL di riferimento.

Che cos'è un intermediario stabilito nell'UE ai fini dell'IOSS?

L'intermediario è un soggetto passivo d'imposta registrato nell'UE che fornisce servizi di agente fiscale. Tale soggetto deve adempiere agli obblighi previsti dall'IOSS, compresi la dichiarazione e il pagamento dell'IVA sulle vendite a distanza di beni importati. L'intermediario riceverà un numero di identificazione IVA IOSS per ciascun soggetto passivo d'imposta per il quale è nominato.

La mia azienda non ha sede nell'Unione Europea. DHL può fungere da intermediario per poter utilizzare IOSS?

No, DHL non agisce come intermediario ai fini di IOSS/IVA.

Dove posso trovare ulteriori informazioni sull'eliminazione del De Minimis IVA e su IOSS?

Approfondimenti sull'eliminazione del De Minimis dell'IVA sono disponibili sul sito web dell'UE, insieme ad ulteriori dettagli su IOSS.